C’E’ SEMPRE UN MOTIVO…

Nessuna cosa ti accade per caso…..

Quello però che spesso facciamo è ignorare quei segnali.

Quante volte ho sentito dire, mi è capitato questo, mi è capitato quell’altro. Santo cielo che sfortuna, ogni giorno me ne capita una….in queste situazioni pensiamo che il “fato” sia contro di noi…un concentrato di sfiga totale ci ha preso di mira.

Scusa, cos’è la sfiga? Sfortuna? E cos’è la sfortuna?

sfortuna s. f. [der. di fortuna, col pref. s- (nel sign. 1)]. – Cattiva fortuna, sorte avversa: avere s. al giocoquel poveretto è perseguitato dalla s.s. volle che non arrivasse in tempo; con sign. generico e concr., avvenimento spiacevole, di cui non si ha colpa o responsabilità; contrattempo increscioso.

Vocabolario Treccani

Se è così come dice il dizionario Treccani, sei fottxxx. “Avvenimento spiacevole di cui non si ha colpa”. Se fosse davvero così, siamo tutti perduti. La nostra vita è finita. Ci accadono dunque delle cose su cui noi non abbiamo il minimo controllo…fregati! La nostra vita dipende dal fatto se siamo fortunati o sfortunati e quindi, dipende dal caso.

Ti è mai capitato di pensare ad una persona che non vedi da molto tempo e, improvvisamente da lì ad un paio di giorni, incontrarla, ricevere un suo messaggio ecc…? Sono certo ti sia capitato! Pensi sia stato il caso? Una circostanza fortuita? Una coincidenza?

Credimi, nella tua vita di coincidenze non ne capitano mai. Quello che non sai è che la tua mente è molto di più di quello che tu pensi: Tu sei molto di più di quello che credi.

Lo sai che le più grandi ed importanti multinazionali esistenti al mondo utilizzano dei coach per i loro Top Manager? Tra le varie cose, questi coach insegnano ad esempio la tecnica della visualizzazione mentale. Ovvero, detto in termini spicci senza entrare nello specifico, insegnano ai manager delle tecniche per visualizzare il loro obiettivo come se fosse già stato raggiunto e….incredibilmente è quello che accade poi nella loro vita reale.

Tu sei energia, te l’ho spiegato nel mio articolo “dimmi chi sei”. La tua energia, ovvero la tua frequenza, viene influenzata da quello che pensi e dal tuo dialogo interiore. Puoi emettere energia positiva o, energia negativa, a seconda di quali siano i tuoi pensieri più radicati. In realtà puoi fare anche di molto meglio (o di molto peggio). Puoi emettere l’energia o la frequenza specifica ed esatta di quello a cui tu stai pensando, richiamando nella tua vita tutti gli “ingredienti” necessari affinchè, quello a cui tu stai pensando accada realmente (vale sia in positivo che negativo). Ricordati che se tu sei energia, anche gli ingredienti necessari a far avverare i tuoi pensieri lo sono…può sembrare una spiegazione metafisica o filosofica ma ti posso garantire che è scienza. Gli stessi scienziati stanno ancora oggi studiando il pensiero e l’energia umana. La fisica quantistica ha cambiato molte cose ed ha aperto orizzonti prima a noi sconosciuti oltre a permetterci di avere una nuova consapevolezza.

Ricordo di una cliente che era in forte sovrappeso con grossi problemi di fibromialgia e morbo di chron….guarda caso, due patologie di cui non si conosce la causa. La intervisto per accertarmi del suo stato di salute generale. Ad un certo punto arrivo alla domanda dello stress: “dimmi, da 1 a 10 il tuo livello di stress. Risposta: “esiste solo il 10 come numero massimo?”. Altra mia domanda: da 1 a 10 quanto ti senti depressa?”. Risposta: “almeno 8”. Mia domanda: “accusi gonfiore addominale e magari hai anche eruzioni e sfoghi cutanei?” Risposta: “Si!”

Quindi, riassunto della cliente: forte sovrappeso (stato infiammatorio), morbo di chron (stato infiammatorio) fibromialgia (stato infiammatorio)……c’è qualcosa in più da capire qui. Con cosa veniva trattata la cliente?: con antidolorifici ed antinfiammatori.

Sai cosa significa per quanto mi riguarda? E’ come se la spia dell’olio della tua macchina si accendesse per avvertirti che il motore è senza olio e tu, per non vederla più accesa cosa fai? Togli via il fusibile che attiva la spia così si spegne! Cosa otterrai così? Prima o poi fonderai il motore, questo è certo!

Sai, nella maggior parte dei casi in cui mi imbatto in persone con grosse problematiche di peso, spesso “dietro a quella persona”, c’è una storia complicata. Spesso la gente mangia per punirsi di qualcosa o per compensare la mancanza di qualcosa ma, alla base di tutto, c’è sempre una mancanza di autostima ed amore per se stessi o, un trauma ancora inconscio e/o non superato. Il problema del peso in realtà è secondario, quello è l’effetto ma la causa è quasi sempre mentale.

Lo stesso vale per la cliente di cui ti accennavo sopra. Il problema non era il morbo di chron, la fibromialgia, il peso….quelli erano solo effetti, erano segnali ed allarmi del suo corpo che le stavano dicendo: Basta! Devi cambiare le cose nella tua vita! Così non ce la faccio più! Sto cercando di fartelo capire, ascoltami! Ma noi, spesso preferiamo silenziare quei segnali prendendo antidolorifici, antinfiammatori ecc…. Preferiamo “uccidere” i sintomi che lavorare sulla causa….

Mente e corpo non sono separati, è la scienza a dirlo ormai.

Mente ed eventi che ti “accadono”, non sono separati, li hai letteralmente creati tu, consciamente od inconsciamente, che tu ci creda o meno….Questa è una fortuna perchè significa che la tua vita e quello che le “accade”, sono nelle tue mani…nelle mani della tua mente e dei tuoi pensieri. Devi capirlo, interiorizzarlo e partire per un viaggio che serva a scoprire te stesso, per usare in modo consapevole una cosa che oggi utilizzi in modo inconsapevole ottenendo poi risultati che tu chiami: “il caso”, “fortuna”, “sfortuna”, “fatalità”….ecc

La vita non ti accade, sei tu a farla accadere.

Un abbraccio, Andrea.

2 pensieri riguardo “C’E’ SEMPRE UN MOTIVO…

  1. Non eliminare le cause ma solo attutire i sintomi e ammutolire il dolore. Questo fanno le terapie attuali. Non eliminano affatto la causa del malessere ma i dottori solerti propinano kili di medicine che cercano di spegnere la persona per non fargli sentire più nulla. Il problema è che col dolore se ne va via anche il piacere. Queste medicine appiattiscono l’umore e fanno diventare zombie. È quello che vediamo in giro ogni giorno. Orde di zombie che non reagiscono più. Hanno il motore fuso e si son fermati. Non vogliono nulla, non desiderano più e vegetano nella noia assoluta.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.