METTI SPAZIO TRA LO STIMOLO E LA RISPOSTA

Ti è mai accaduto un episodio in cui qualcuno ti ha detto qualcosa che ti ha fatto irritare e, nell’impeto di quella manciata di secondi di ira, hai detto delle cose che in realtà non avresti voluto dire o di cui, dopo, ti sei almeno parzialmente pentito di avere detto?

Ti è mai accaduto di esserti arrabbiato o sentirti sotto tono e, proprio mentre lo eri, hai preso una decisione poco azzeccata?

Credo sia accaduto a tutti noi…..

Ecco vedi, devi imparare a mettere sempre dello “spazio” tra lo stimolo e la risposta. Devi letteralmente creare una “frattura”, un “distacco” tra l’input (stimolo) e l’output (risposta). Devi creare una zona neutrale in cui devi passare per andare da un posto all’altro:

STIMOLO

ZONA NEUTRALE

RISPOSTA

Immagina se ti può essere utile di creare letteralmente uno strappo mentale. Sei li, pronto a rispondere ma….crei questa frattura momentanea dove letteralmente entri, mentalmente parlando. E’ la tua zona neutrale, la zona in cui non accade nulla. E’ la tua zona di pace ed equilibrio. Tutto qui, è fermo.

Respira a pieni polmoni, trattieni il fiato per 2/3 secondi e poi butta fuori l’aria, tutta d’un fiato…ripeti l’operazione 2/3 volte almeno. Questa semplice pratica, ti aiuta a creare la zona neutrale per impedirti di fare delle stupidaggini e, sopratutto, a ritornare te stesso, in equilibrio.

Tecnicamente, qualsiasi condizione mentale di squilibrio, non è la giusta condizione per parlare o prendere decisioni importanti. Certo, decidere se andare a comprare il latte o meno non è una decisione che richieda un particolare equilibrio interiore….ma non è detto… magari sei nervoso, arrabbiato e….distratto, prendi la macchina e tamponi quello davanti.

Quando ti accorgi che qualcosa ha alterato il tuo stato, la prima cosa che devi fare è riconoscere l’emozione che coesiste in te in quel momento. Chiediti: cosa stò provando ora? Risposta: rabbia (ma potrebbe essere qualsiasi altra emozione).

Ecco cosa devi fare. devi dirti: “bene, riconosco di avere questa rabbia (o quello che provi), lo accetto e mi accetto e mi amo così come sono ma adesso, voglio riportare la calma.” Respiro profondo…..inspira aria più che puoi, trattieni il fiato per 3/4 secondi, adesso espira tutto in una volta, molto velocemente. Fallo 2/3 volte e poi ripetiti: “mi amo così come sono anche con la rabbia. Mi amo così come sono anche senza la rabbia. Decido adesso di trasformare la rabbia in quiete e serenità. Cosi è, così è, così è! grazie, grazie, grazie!” Respiro profondo…..inspira aria più che puoi, trattieni il fiato per 3/4 secondi, adesso espira tutto in una volta molto velocemente. (ripeti tutta la procedura 2-3 volte).

Fallo funziona! Se poi mentre dici queste parole riesci a chiudere a pugno una mano e batterla sul palmo dell’altra alternandole velocemente, meglio ancora. In poche parole, stringi il pugno della mano sinistra e battilo di piatto, per capirci dal lato in cui si trova il tuo mignolo, sul palmo aperto della mano destra 2/3 volte. Poi fai il contrario e poi ricominci da capo. Tutto questo mentre stai ripetendo le frasi che ti ho scritto sopra. Smetti solo quando hai finito di dirle. Stimolerai i meridiani ed il risultato sarà ancora migliore. Questa cosa dura 2 minuti….ma funziona! E’ velocissima!

Ricordati che un emozione, nel momento in cui la provi non può essere eliminata. Non puoi cancellarla, puoi solo trasformarla in qualcosa di migliore. E’ come dire che ti trovi di fronte un tornado, non puoi eliminarlo ma potresti trovare il modo di utilizzare l’energia eolica prodotta dal tornado per produrre energia elettrica ad esempio. Il tornado, è l’emozione che hai deciso di creare dopo che quella determinata persona ti ha irritato o, dopo che è accaduto un determinato evento. Il semplice metodo che ti ho descritto sopra ti aiuta a trasformare l’energia della tua emozione (la rabbia in questo caso) in qualcosa di diverso e più proficuo, in modo tale che tu non faccia o dica qualcosa di cui magari poi potresti pentirti. E’ un metodo interessante da utilizzare anche quando devi prendere una decisione. Fermati, metti spazio, riconosci cosa stai provando in quel momento (l’emozione) e procedi a fare quello che ti ho scritto sopra…..aiuta molto a ricreare equilibrio. Quando sei in equilibrio, sei in “contatto” o hai “accesso” alla parte migliore e superiore di te (se sei uno scettico, si tratta della tua parte più intuitiva) e quindi, puoi prendere la migliore decisione per te. Quando sei dominato da emozioni non positive, l’unica parte attiva in te è quella razionale, il tuo ego. Le “possibilità intuitive” dell’ego, che tu ci creda o no, sono estremamente limitate.

Andrea

9 pensieri riguardo “METTI SPAZIO TRA LO STIMOLO E LA RISPOSTA

    1. Non serve auto-controllo. Serve come tutte le cose costanza ed applicazione. Deve esserci in te la volontà di cambiare. Se non hai questo, avrai sempre mille scuse per non farlo, questo è sicuro. Certo, se sei al supermercato a fare la spesa, battere il pugno della mano sul palmo alternando destra e sinistra è fattibile ma rischi che ti prendano per pazza effettivamente. La respirazione invece, ripetendoti mentalmente quello che ho scritto, puoi farlo anche in ufficio o sul posto di lavoro. Bastano 2 minuti, non di più, anzi, forse anche meno. Puoi andare un attimo alla toilette, a bere un caffè ecc…la respirazione in particolar modo, quando sei più esperta la puoi fare anche davanti alle persone senza che minimamente se ne accorgano…serve pratica però. Io ad esempio la pratico tutti i giorni al mattino sempre e comunque. La faccio mentre sono in macchina per andare al lavoro…io la chiamo “respirazione preventiva”. Magari in quel momento sto bene ma la faccio lo stesso per caricarmi ancora di più di equilibrio….dopo, mi sento comunque più libero ed aperto mentalmente. Respiro e mi dico (senza battere i pugni perchè altrimenti faccio un incidente visto che sto guidando): mi accetto e mi amo così come sono. Voglio una splendida giornata in armonia con me stesso e con gli altri. Cosi è, così è, cosi è. Grazie, grazie, grazie. Puoi farla anche tu la respirazione preventiva”ritagliandoti su misura” delle frasi che ti calzino alla perfezione. E’ una sana abitudine, credimi ed il bello è che non costa nulla. Cosa rischi? Di poter stare meglio? Bèh, ben venga allora. Un abbraccio affettuoso. Andrea.

      Mi piace

      1. So bene di che cosa stai parlando, ma non tutte le persone hanno l’equilibrio mentale, la serenità e la vita facile per seguire i tuoi suggerimenti. Purtroppo…

        Mi piace

      2. Si certo, hai ragione. Ma ognuno di noi è pronto solo per ciò per cui è pronto. Sarebbe presuntuoso da parte mia pensare che tutti quelli che leggeranno ciò che ho scritto lo faranno. Ognuno di noi ha il suo percorso. Una persona è come la conosci in quel momento perchè quello è il percorso che deve fare oggi. Ma domani, tra 1 mese, 1 anno, 10 anni potresti trovarti di fronte una persona completamente diversa. Io personalmente, ho cominciato a seguire tutta una serie di cose che oggi nel mio piccolo cerco di divulgare, nel momento più terrificante della mia vita…avevo perso completamente tutto! Casa, lavoro, macchina, famiglia….non mi era rimasto più nulla. La verità è che quando non hai più nulla da perdere, è più semplice proprio perchè non hai più nulla da perdere. Questa almeno è la mia esperienza, nel mio piccolo.

        Piace a 1 persona

      3. Però io avevo già nel bagaglio molestie sessuali nell’infanzia e un sacco di botte durante l’adolescenza. Ho iniziato a vivere livberamente dopo i 20 anni. Prima la mia vita è stata un incubo di cui non sono mai riuscita a liberarmi. Ciò che accade nei primi anni di vita lasciano un imprinting profondo.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.